Il RETTORE:

VISTE le linee programmatiche per l’esercizio finanziario 1999;

VISTO Il D.R n. 114 del 9/2/99;

CONSIDERATO che in Bilancio è stata stanziata la somma di £. 6.500.000.000 per la ricerca scientifica;

VISTA la delibera del Senato Accademico del 16 marzo 1999, con la quale vengono fissate le modalità ed i criteri per il riparto del fondo di Ateneo per la ricerca scientifica
 
 

DECRETA

Art. 1

Il giorno 22 giugno c.a. avranno luogo, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, nei locali del plesso centrale dell’Ateneo, le elezioni per la costituzione dei Comitati [d’ora innanzi: Comitati di Area] per ciascuna delle quattordici grandi aree omogenee di settori scientifico-disciplinari [d’ora innanzi: Aree], così come indicate nell’allegato al D.M. 21 luglio 1997, n. 278, aventi il compito di valutare i progetti di ricerca di Ateneo, ai fini del riparto della quota annuale di bilancio all’uopo destinata.

Il numero dei componenti ciascun Comitato di Area è così fissato:

  1. Scienze matematiche: 5 componenti;
  2. Scienze fisiche: 5 componenti;
  3. Scienze chimiche: 7 componenti;
  4. Scienze della terra: 3 componenti;
  5. Scienze biologiche: 7 componenti;
  6. Scienze mediche: 9 componenti;
  7. Scienze agrarie e veterinarie: 5 componenti;
  8. Ingegneria civile ed architettura: 3 componenti;
  9. Ingegneria industriale e dell’informazione: 3 componenti;
  10. Scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche: 7 componenti;
  11. Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche: 7 componenti;
  12. Scienze giuridiche: 7 componenti;
  13. Scienze economiche e statistiche: 5 componenti;
  14. Scienze politiche e sociali: 3 componenti.

Art. 2

Sono elettori ed eleggibili tutti i componenti ciascuna Area, così come individuati in base alla loro appartenenza ad uno specifico settore scientifico-disciplinare, alla data di emanazione del presente decreto.

Possono essere eletti coloro che, entro le ore 12.00 del giorno 7 giugno c.a., abbiano depositato presso l’Ufficio Elettorale – Via Cesare Battisti 173 Tel. 090/711406 - dell’Ateneo la loro candidatura, corredata, a pena di esclusione da parte della Commissione elettorale dall’elenco degli eleggibili, di un curriculum vitae e dell’elenco delle pubblicazioni dell’ultimo triennio, documenti atti a caratterizzare la personalità scientifica del candidato ed il suo apporto complessivo all’avanzamento degli studi nel rispettivo settore scientifico-disciplinare.

Le candidature saranno adeguatamente pubblicizzate e la documentazione fornita dai candidati potrà essere consultata da ciascun elettore.

Al momento della presentazione della candidatura, è fatto obbligo ai candidati stessi di sottoscrivere una dichiarazione con la quale si impegnano a non partecipare, per l’anno in cui dovessero essere chiamati a far parte dei Comitati di Area, né in veste di promotori né in quella di componenti, ad alcun progetto sottoposto per il finanziamento.
 
 

Art. 3

Ciascun elettore dispone di una sola preferenza, che potrà utilizzare a beneficio del candidato prescelto, quale che sia la categoria di appartenenza (Professori di prima fascia, Professori di seconda fascia, ricercatori ed assistenti del ruolo ad esaurimento).

La Commissione elettorale individuerà, sulla base del numero delle preferenze, gli eletti per ciascun Comitato di Area. Nessuna componente delle tre categorie, di cui al comma 1 del presente articolo, potrà comunque essere rappresentata in seno al proprio Comitato da un numero di membri superiore alla metà dei componenti il Comitato stesso. È fatto salvo il caso che le preferenze espresse dagli elettori non consentano l’applicazione del criterio suddetto.

La individuazione degli eletti ha luogo nel rispetto della procedura seguente: la Commissione elettorale, preliminarmente, determinerà l’ordine delle preferenze riportate dai candidati fino all’ammontare del numero dei componenti ciascun Comitato. Qualora risulti rispettata la condizione di cui al comma immediatamente precedente, la Commissione confermerà il risultato della operazione compiuta. Nel caso, invece, che una delle tre categorie di docenti sia rappresentata da un numero di membri superiore alla metà dei componenti il Comitato, la Commissione elettorale escluderà dal novero degli eletti i candidati della categoria meno votati, eccedenti il numero della metà dei componenti il Comitato stesso, che saranno sostituiti in seno a quest’ultimo dai candidati maggiormente votati appartenenti ad altre categorie. È, comunque, fatta salva la condizione suddetta in ogni sua applicazione. A parità di voti, si considererà eletto il più anziano in ruolo e, a parità di anzianità di ruolo, il più anziano per età.

In caso di anticipata cessazione, per qualunque causa, dalla carica di uno o più componenti i Comitati, si procederà all’integrazione del collegio in applicazione del criterio delle maggiori preferenze riportate e fatta, comunque, salva la regola di cui ai commi 2 e 3 del presente articolo. Ogni mutamento di status successivo alla data di emanazione del presente decreto rimane indifferente rispetto alla determinazione delle candidature e, conseguentemente, alla composizione dei Comitati per l’anno in corso.

Gli eletti per il corrente anno finanziario non sono immediatamente rieleggibili.
 
 


Art. 4

I Comitati di Area saranno chiamati a definire, entro un termine che sarà precisato con successivo decreto rettorale, i criteri che verranno utilizzati per la valutazione dei progetti di ricerca, a specificazione ed integrazione dei criteri di ordine generale stabiliti dal Senato Accademico nell’adunanza del 16 marzo 1999. Il documento contenente i criteri suddetti sarà, quindi, depositato presso l’Ufficio Affari Generali dell’Ateneo e di esso sarà data adeguata pubblicizzazione.

Con successivo decreto rettorale, sarà fissata la data entro la quale, in conformità ai criteri generali e di area, potranno essere presentati i progetti di ricerca e sarà data altresì ogni altra comunicazione utile alla elaborazione dei progetti stessi.

La Commissione Elettorale di cui all’art.2 del presente decreto è cosi composta:

Prof. Ruggeri Antonio Presidente

Prof. Panebianco Antonio Componente

Dott. Calogero Mario Componente

Dott. Ziino Marisa Componente.

La proclamazione degli eletti sarà effettuata nell’Aula Magna a cura della Commissione di cui al comma precedente il giorno successivo alle votazioni.

Eventuali opposizioni ai risultati delle votazioni dovranno essere presentate alla suddetta Commissione entro 48 ore dalla proclamazione presso l’Ufficio Elettorale dell’Ateneo.

Messina li, 11/05/1999

IL RETTORE

(G.Silvestri)