Scuola di Dottorato di Scienze Cognitive

Dottorato di Antropologia e studi storico-linguistici

 

 Dall’anno accademico 2008-2009 (XXIV ciclo) il curriculum Antropologia, istituzioni, rappresentazioni del Dottorato di Psicologia e Antropologia, attivo dal XXII ciclo, si è trasformato in dottorato autonomo di Antropologia e studi storico-linguistici, al fine di garantire agli allievi, nell’ambito della Scuola di Dottorato di Scienze Cognitive, una più appropriata formazione e più ampi indirizzi di ricerca. Il dottorato non presenta struttura curricolare, ma comprende tre aree principali di organizzazione degli studi, quella antropologica e delle scienze sociali, quella linguistica e quella storica. Il coordinatore del dottorato è il prof. Francesco Faeta. Nell’ambito di questo sito, la voce Dottorato fornisce notizie circa l'andamento dei corsi, le occasioni formative e di ricerca, le scadenze accademiche.

Vai alla sezione

Antropologia

Annuncio 2

Per i tipi di Sonderzahl, Wien, è uscito (2016) un interessate volume, curato da Ulrich van Loyen, Der bessessene Süden. Ernesto de Martino und das andere Europa, con scritti di Anja Dreschke, Tatiana Silla, Antonio Roselli, Manfred Bausculte, Michaela Schäuble, Heiko Grünwedel, Martin Zillinger, Stefano de Matteis, Francesco Faeta, Giordana Charuty, un'intervista a Erhard Schüttpelz e un'appendice di testi significativi di de Martino, che testimonia del rinnovato interesse, fuori dai confini nazionali, e in particolare nei Paesi di lingua tedesca, della figura e dell'opera dello studioso italiano. Il testo di Faeta, dal titolo Orientalismus und Primitivismus im Mezzogiorno. Über eine Tendenz intellektuellen Italien und in Europa, tradotto da van Loyen, è alle pp. 189-201. In allegato la copertina del volume. 

Allegati:
Scarica questo file (IMG_20160429_0002.jpg)IMG_20160429_0002.jpg[ ]2923 Kb
Sei qui: Home Testata Annuncio 2