collegamento verso il sito principale della

inizio del contenuto della pagina

 

impieghi clinici della termografia

 

LA TELETERMOGRAFIA ED IL DOLORE

 

considerazioni cliniche

 

La TT può dimostrare obiettivamente il dolore. Esistono tre fondamentali risposte termografiche nello studio del dolore:

  1. Dolore eterotopico (dolore afferente al simpatico);
  2. Dolore radicolare (nervo periferico);
  3. Dolore cordale.

Il dolore deve essere presente ed attivo durante la termografia, altrimenti si avrà un falso negativo. Nel dolore viscerale di qualsiasi causa il modello termico varierà in più casi.

 

Variazioni del comportamento termico della pelle si verificano per effetto di due tipi di azioni, rispettivamente da parte di:

  1. sistema nervoso simpatico;
  2. patologie della pelle e delle sue parti, delle ghiandole, delle articolazioni e sinovie.

 

Nell'emicrania la TT riesce a dare utili informazioni riguardanti la temperatura della pelle e, conseguentemente, il flusso sanguigno che irrora la stessa. Questa tecnica è usata per dimostrare un decremento od un incremento della temperatura della pelle (sul lato dell'emicrania) dei soggetti affetti da tale patologia.

 

I risultati lasciano ipotizzare che il sangue subirebbe un reflusso dalla pelle durante un attacco di emicrania, per cui si evidenziano zone specifiche di ipotermia nella zona studiata oppure una vasodilatazione specifica che sarebbe responsabile dell'ipertermia rilevabile nella maggior parte dei casi.

 

La TT viene usata con successo anche nelle valutazioni del dolore oro-facciale.

 

 

fine del contenuto della pagina

inizio dei collegamenti interni diretti

Links rapidi

> WebLab > Prenotazioni on-line agli esami di profitto > Sito Ufficiale della Facoltà di Medicina & Chirurgia

fine dei collegamenti interni diretti

inizio delle informazioni di pie' di pagina

Validato CSS | XHTML 1.0 Strict! - © Dipassi 2019 - Templates by StilisticaMente.com

fine delle informazioni di pie' di pagina e fine della pagina