Banche dati

On-line
 

per gli utenti della Biblioteca della Facoltà di Giurisprudenza consultabili dalle postazioni dell’aula multimediale “C. Ferrini”

 

 

PORTALE DI RICERCA  UNIME

Contiene i seguenti cataloghi informatizzati:

- D’ATENEO relativo a tutto il patrimonio bibliografico posseduto dalle strutture bibliotecarie dell’Ateneo, ed in particolare esso contiene le nuove accessioni di tutte le Biblioteche di Facoltà.

 - GIURISPRUDENZA catalogo completo di tutto il patrimonio bibliografico della Facoltà di Giurisprudenza

 - SCIENZE POLITICHE catalogo completo di tutto il patrimonio bibliografico della Facoltà di Scienze politiche

 

 JURIS DATA

 Si tratta di una Banca dati giuridica molto completa in cui si possono trovare:

le massime della giurisprudenza italiana dal 1981,

le sentenze per esteso della Cassazione civile dal 1985,

le sentenze per esteso della Cassazione penale dal 1995,

le sentenze per esteso del T.A.R. e del Consiglio di Stato dal 1998,

le sentenze per esteso della Corte Costituzionale dal1995,

la legislazione italiana e regionale sia con il testo storico che vigente,

Citazioni bibliografiche a partire dal 1981,

I Codici

 

Emeroteca virtuale CIBER

 L’Ateneo aderendo al CIBER – coordinamento interuniversitario Basi dati & Editoria in rete – ha reso possibile l’accesso a 1926 periodici in full text di Elsevier, 719 periodici di Blackwell, Publishing, 796 di Kluwer, più  quelli di altre grosse case editrici internazionali.

Tra le riviste disponibili on-line ne citiamo alcune di interesse giuridico ed economico: International affaire, Erkenntniss, Law and Philosophy, Philosophy and public affaire, Ratio iuris, Kyklos, Review of economic studies, Modern law review, Economic history review, Economic journal, Economic record, Economica, Common market law review, Journal of public economicis, Public choice.

  

LEXIS-NEXIS

  Contiene:  giurisprudenza, scritti di diritto, economia, finanza pubblicati, soprattutto, in America Settentrionale e nel Regno Unito,  ma anche giurisprudenza e dottrina di  nazioni dell’America Latina, Europa e Asia. Nella sezione News & Business si trovano in full.text i giornali più importanti del mondo.

Per l’Italia possiamo trovare: ANSA Notiziario generale in italiano, Guida Normativa, Italia oggi, L’Impresa, L’Impresa Ambiente, La Stampa, Lavoroggi, Milano Finanza, Marketing Oggi, Mondo Economico, Il Sole 24 Ore, Turismo Oggi

  

Jstor

 Contiene il pregresso di molte riviste internazionali, si allega l’elenco di quelle di economia, filosofia, politica sociale e scienze delle finanze

 

Research papers in economics (RePec)

 Si tratta di un archivio aperto nato per accrescere la diffusione delle ricerche di economia, si avvale della collaborazione di 100 volontari di 44 paesi e comprende sia working papers che articoli di riviste a testo pieno, in particolare contiene circa 290.000 articoli di cui circa 190.000 scaricabili. In esso confluiscono alcuni database di economia come EconLit dell’American Economic Association e il dadabase IDEAS, WebEc, WoPec. Naturalmente, come tutti gli Archivi aperti, è gratuito.

 

Journal citation reports

Riporta la valutazione delle riviste, per lo più straniere, in base al numero di citazione e al “Fattore d’impatto”.

  

Cambridge Science Collection (CSA)

 Si tratta di un servizio di ricerca di risorse scientifiche su web. Di nostro interesse la possibilità di effettuare ricerche bibliografiche complete in criminologia e scienze politico-sociali su periodici in lingua inglese presenti nella collezione SAGE: il motore di ricerca, oltre a mostrare gli articoli in full-text, conduce a tutte le risorse reperibili attraverso CSA


 


 

Regolamento della Biblioteca centralizzata

della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina

per il funzionamento delle postazioni informatiche

  

Art. 1 (Postazioni informatiche allestite  per i servizi della Biblioteca della Facoltà)

 Presso l’aula “Contardo Ferrini” della Biblioteca centralizzata della Facoltà di Giurisprudenza e presso il Dipartimento di Diritto privato e Teoria del diritto sono allestite  postazioni informatiche, dalle quali è possibile accedere ai servizi on-line dell’Ateneo e consultare gli opac (archivi, cataloghi, etc.), le banche dati e le altre risorse elettroniche disponibili.

 

Art. 2 (Soggetti ammessi all’uso delle postazioni)

 L’uso delle postazioni è riservato agli studenti iscritti nell’Ateneo messinese, previa esibizione del libretto o di certificato di iscrizione, nonché agli studenti di altri Atenei ovvero agli appartenenti ad ordini professionali che abbiano stipulato con l’Università di Messina una convenzione per l’uso specifico del servizio informatico offerto dalla stessa, previa esibizione del libretto o certificato universitario ovvero del tesserino dell’Ordine di appartenenza.

 

Art. 3 (Registro d’uso delle postazioni)

 Su apposito registro, l’impiegato della Biblioteca preposto alla sorveglianza del corretto uso delle postazioni raccoglierà in ordine cronologico i nominativi e le firme autografe degli utenti, segnerà la data e il tempo (non superiore ai 45 minuti) d’uso della postazione assegnata a ciascuno, indicando altresì il numero delle pagine ed il costo delle stampe frutto delle ricerche informatiche effettuate dagli utenti.

 

Art. 4 (Usi vietati delle postazioni)
Gli utenti firmeranno sul registro di cui all’art. 3 impegno a non arrecare alcun danno  all’hardware e al software messo a loro disposizione.
E’ severamente vietato, pena l’esclusione dall’accesso, utilizzare le postazioni informatiche per scopi strettamente personali (scaricare la posta, usare linee di chat, scaricare materiale non strettamente didattico). E’ altresì severamente vietato collegarsi a siti che possano nuocere al decoro e alla serietà dell’Istituzione che offre il servizio informatico.

 Art. 5 (Costi per la gestione del servizio informatico)
Dei costi relativi alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle postazioni attivate ed al funzionamento delle stesse per quanto concerne il servizio di stampa delle ricerche effettuate, l’impiegato della Biblioteca preposto alla sorveglianza del corretto uso delle postazioni presenterà rendiconto mensile al Direttore scientifico della Biblioteca, che lo trasmetterà al Preside della Facoltà perché ne autorizzi la copertura con fondi della Stessa.