Dipartimento di Diritto Privato e Teoria del Diritto

 

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MESSINA

 

                             JOHN MILTON KENNEDY SCHOOL

 

MASTER UNIVERSITARIO DI  II° LIVELLO IN

Diritto di famiglia e mediazione familiare

Dinamiche relazionali e tecniche di tutela

 

III Edizione

 

 

L’Università degli Studi di Messina, in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Messina e con la John Milton Kennedy School, avvia la III edizione del Master universitario di II° livello in “Diritto di Famiglia e mediazione familiare. Dinamiche relazionali e tecniche di tutela”, con sede e direzione presso il Dipartimento di diritto privato e teoria del diritto dell’Università degli Studi di Messina, Via P. Castelli, 1 - 98122 Messina.

Il termine per la presentazione delle domande di ammissione scade il 31 ottobre 2005.

 

L’attualità dei temi della famiglia e della tutela dei minori, confermata sia da recenti interventi legislativi anche di matrice comunitaria sia dalla crescente attenzione manifestata dagli studiosi e dagli operatori del diritto, rende avvertita l’esigenza di formare figure professionali in grado di affrontare e risolvere le problematiche di natura giuridica e personale che coinvolgono i protagonisti delle dinamiche familiari.

Con questi obiettivi si è svolta durante l’anno accademico 2003/2004, presso il Dipartimento di diritto privato e teoria del diritto dell’Università di Messina, la prima edizione del Master universitario di II livello in “Diritto di Famiglia. Dinamiche relazionali e tecniche di tutela”; ed è in corso di svolgimento, durante l’anno accademico 2004/2005, la seconda edizione che, come la precedente, si concluderà con una prova finale e la consegna dei diplomi.

Nella piena consapevolezza che la migliore realizzazione del progetto formativo è possibile attraverso la sinergia tra il mondo accademico e la realtà professionale, l’offerta didattica si è avvalsa di illustri docenti di università anche diverse da quella di Messina, tra cui il Prof. Bianca dell’Università di Roma, il Prof. Patti  dell’Università di Roma, direttore scientifico della rivista Famiglia e il Prof. Sesta dell’Università di Bologna; nonché di eminenti magistrati, tra cui il Dott. D’Ascola, Consigliere della Corte di Cassazione, il Consigliere Gaeta, distaccato alla Corte Costituzionale e il Dott. Fazio, Presidente del Tribunale di Patti; di notai, tra cui il Prof. M. D’Errico del Distretto di Roma e di avvocati matrimonialisti, tra cui l’Avv. Bernardini de Pace del Foro di Milano e il Prof. Berlingò.

Per assicurare inoltre il coinvolgimento delle realtà territoriali competenti, necessario per promuovere apprezzabili obiettivi occupazionali, gli stages sono stati effettuati avvalendosi della collaborazione di studi professionali, delle A.U.S.L territorialmente competenti, dei consultori, di Enti no profit operanti nel settore della famiglia e dei minori, utile all’acquisizione di una conoscenza specialistica a carattere pratico.

 

Per lo svolgimento delle attività didattiche relative al modulo di informatica giuridica ci si è avvalsi delle strutture informatiche messe a disposizione dalla Facoltà di Scienze MM. FF. NN. dell’Università di Messina.

I brillanti risultati conseguiti nelle due precedenti edizioni, sia in termini di numero di iscritti, sia in termini di partecipazione altamente qualificata come docenti da parte di illustri professori, magistrati ed avvocati esperti della materia provenienti da varie sedi, confermano l’utilità dell’iniziativa ed inducono a reiterare il percorso formativo, con la conferma dell’offerta didattica che si realizza anche con il coinvolgimento di Enti pubblici e privati, operanti nel settore dell’assistenza dei minori  e della famiglia e con il coinvolgimento di studi legali altamente qualificati, la disponibilità dei quali è stata confermata.

Si ritiene peraltro indispensabile rilevare che alcune istituzioni europee (in particolare il Consiglio d’Europa) hanno negli ultimi anni dato un forte impulso alla diffusione della mediazione familiare, stimolando gli stati membri a promuovere e/o potenziare professionalità operanti in tale settore. In questa prospettiva appare opportuno ampliare, nella terza edizione del Master, l’offerta formativa attraverso una adeguata trattazione delle tematiche relative all’attività di mediazione familiare, con l’obiettivo di fornire specifiche competenze e capacità professionale nella utilizzazione delle tecniche di mediazione familiare in diversi contesti ed ambiti, pubblici e privati.

Considerato, infine, che i più recenti orientamenti normativi attribuiscono particolare rilievo alla figura dell’avvocato del minore, si è ritenuto utile approfondire anche la relativa tematica, al fine di contribuire alla formazione di tale profilo professionale.

 

Finalità

 

Il Master è finalizzato all’approfondimento delle tematiche connesse alle relazioni familiari ed alle tecniche di mediazione familiare, con specifica attenzione ai profili giuridici e ai riflessi psicologici e sociali.

Il percorso, a carattere tecnico – giuridico, si propone di fornire un’opportunità di alta formazione al fine di acquisire competenze specifiche e capacità professionali nel settore del diritto di famiglia, del diritto minorile e della mediazione familiare.

Finalità del Master è quella di fornire un elevato grado di specializzazione e di aggiornamento a:

a)      laureati in Scienze giuridico – economiche, politico – sociali, psico – pedagogiche;

b)      giovani avvocati (o praticanti);

c)      giovani laureati che operino nel settore dei servizi sociali alla famiglia e ai minori.

Il Master si propone altresì di contribuire alla formazione delle seguenti figure professionali:

a)      avvocati matrimonialisti;

b)      consulenti di diritto matrimoniale e della famiglia;

c)      esperti in mediazione familiare;

d)      avvocati del minore;

e)      consulenti per affidamenti ed adozioni. 

 

Obiettivi specifici

 

Il Master è stato progettato allo scopo di formare figure qualificate nell’ambito della consulenza legale in diritto di famiglia e minorile, della mediazione familiare, dell’affidamento e dell’adozione, nell’ambito dell’assistenza al minore e alla famiglia nelle vicende giuridico sociali che li riguardano, aprendo significativi sbocchi professionali nei diversi contesti processuali, sociali, pubblici e privati.

Ulteriore scopo è quello di approfondire conoscenze teoriche e metodologiche inerenti le forme e le dinamiche familiari, la filiazione e la tutela dei minori e di fornire competenze nei settori specifici della crisi familiare, della mediazione familiare, della adozione e dell’affidamento. Si tratta di ambiti disciplinari in forte sviluppo che presentano tutti interessanti riflessi applicativi, sicché il Master costituirà la maggiore opportunità di aggiornamento e specializzazione per i giovani laureati nelle discipline sopra indicate.

Il Corso qualifica professionalmente i partecipanti, in modo da consentire loro di:

a)      operare nel settore della famiglia e della tutela dei minori, in sintonia con la richiesta di figure professionali e settoriali proveniente dal territorio;

b)      sostenere e supportare sul piano giuridico- formale le famiglie nella fase di crisi o di patologia del rapporto anche attraverso tecniche di mediazione familiare;

c)      svolgere un’azione di consulenza specialistica rispetto alla partecipazione del minore ai procedimenti e alle vicende giuridiche che lo riguardano;

d)      svolgere attività di consulente in materia di affidamento e adozione;

e)      proporre nuovi approcci e metodologie ai soggetti competenti a orientare la risoluzione dei conflitti familiari.

Per realizzare tali obiettivi il Comitato Tecnico Scientifico del Master intende interagire con Enti Pubblici e Privati che operano nel settore dell’assistenza alla famiglia e ai minori e/o che svolgono specifiche attività di risoluzione dei conflitti familiari: consultori familiari, cooperative sociali, enti non lucrativi. Inoltre si prevede il coinvolgimento di studi legali particolarmente qualificati in materia di diritto matrimoniale e della famiglia. Tutti i soggetti sopra elencati hanno già confermato il proprio interesse verso l’iniziativa e reiterato la loro disponibilità a collaborare a vario titolo.

 

 

Obiettivi didattici

 

L’organizzazione didattica è finalizzata a trasmettere competenze giuridiche e conoscenze specialistiche sulle seguenti tematiche:

- attività di consulenza in materia di diritto di famiglia e dei minori;

- metodi di intervento e soluzione della crisi e dei conflitti familiari (mediazione familiare);

- profili e questioni etico – giuridiche della procreazione assistita;

Il  Master si propone inoltre di favorire l’apprendimento della lingua inglese e di tecniche informatiche, utili per una più completa formazione del consulente.

Il Corso sarà articolato in moduli, secondo il programma appresso specificato. Le lezioni saranno tenute da Docenti Universitari, Magistrati, Notai, Avvocati, Psicologi, Pedagogisti, Assistenti sociali.  Durante l’intero percorso formativo è prevista l’assistenza da parte di tutors.

L’organizzazione didattica prevede, accanto alle lezioni teoriche, esercitazioni pratiche guidate (problem solving), incontri di formazione e seminari di specializzazione, conferenze ed incontri dibattito, al fine di arricchire l’offerta formativa e coinvolgere attivamente i partecipanti nei processi di apprendimento e qualificazione professionale.

I corsisti potranno avvalersi delle strutture e delle attrezzature del Dipartimento di diritto privato e teoria del diritto e di quelle dell’Ordine degli Avvocati di Messina, tra le quali biblioteca, banche dati, reti telematiche.

Verrà inoltre fornito qualificato materiale bibliografico, dispense fuori commercio, letture di approfondimento, ricerche giurisprudenziali.

Al termine di ciascun modulo si svolgerà una verifica dei risultati didattici intermedi e al termine del corso una verifica finale.

 

Articolazione del master

 

Il master si svolgerà durante l’anno accademico 2005/2006  e sarà articolato in 18 moduli con un impegno complessivo di 1500 ore di attività (di cui 400 in aula), pari a 60 CFU (Crediti Formativi Universitari).

In particolare sono previste:

a)      320 ore di lezioni frontali, esercitazioni in aula (scritte e orali) e didattica interattiva, integrate dall’impegno riservato allo studio individuale (800 ore), il tutto per complessivi 46 CFU;

b)      200 ore di stages per complessivi 8 CFU;

c)      180 ore, di cui 100 di studio individuale e 80 con l’assistenza dei docenti, destinate alla redazione di un elaborato, che verrà discusso in sede di esame finale (6 CFU).

Di seguito viene riportato uno schema dell’articolazione didattica del corso (sequenzialità degli argomenti, tempo dedicato a ciascun modulo e relativa attribuzione dei CFU), degli obiettivi specifici e dei contenuti dei singoli moduli.

 

 

 

Modulo

Ore frontali

CFU

Obiettivi formativi specifici e contenuti

1

Principi generali del diritto di famiglia

8

1

-         L’evoluzione del diritto di famiglia.

-         I modelli familiari nella prospettiva europea.

2

La famiglia fondata sul matrimonio

20

3

-         Il sistema matrimoniale italiano (matrimonio civile, concordatario e nelle altre confessioni).

-         Il matrimonio civile.

-         Rapporti personali dei coniugi.

-         Rapporti patrimoniali tra coniugi.

-         Impresa familiare

-         Rapporti tra coniugi e partecipazione in società

3

Patologie dell’atto e del rapporto

16

2

-         Le invalidità matrimoniali nel diritto civile.

-         Le invalidità matrimoniali nel diritto canonico.

-         Giurisdizione civile ed ecclesiastica.

-         Separazione.

-         Divorzio.

-         Profili di diritto internazionale privato.

4

Effetti personali e patrimoniali della crisi coniugale

16

2

-         Affidamento dei figli.

-         Assegno di separazione e di divorzio. Alimenti.

-         Autonomia privata e accordi di separazione e di divorzio.

-         Disciplina processuale della separazione e del divorzio.

5

Convivenze di tipo familiare

 

12

2

-         La famiglia di fatto. Profili comparatistici e sociologici.

-         Proposte di regolamentazione e jus vivendi.

-         Affectio familiaris e unioni omosessuali.

-         Single family.

-         Accordi di convivenza.

6

Mediazione familiare I

 

28

4

-         Storia della mediazione familiare.

-         Sociologia della famiglia.

-         Ciclo di vita della coppia e della famiglia.

-         Formazione, sviluppo e crisi del rapporto di coppia.

-         Il conflitto nella coppia e tra le generazioni.

-         Famiglie ricostituite e secondi matrimoni.

-         Il ruolo dei figli nelle dinamiche conflittuali.

7

Mediazione familiare II

28

4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

-         Psicologia della coppia.

-         Fisiologia e patologia del rapporto coniugale.

-         Fisiologia e patologia nelle relazioni genitori-figli.

-         Psicologia dello sviluppo e dell’educazione.

-         Dinamiche ed effetti dell’abuso, della coercizione  e della violenza nella famiglia.

-         L’abuso sessuale dei minori in

            ambito familiare.

8

Mediazione familiare III

32

4

-         Ruolo dell’avvocato nella risoluzione dei conflitti familiari.

-         La figura professionale del mediatore familiare.

-         Consulenza, mediazione, terapia: differenze e confini.

-         Doveri di informazione: equilibrio e imparzialità nella mediazione.

-         Dialogo collaborativo e autonomia decisionale. Metodologie dell’ascolto del minore.

-         Risoluzione dei conflitti e teoria della mediazione.

-         Strategie di gestione del conflitto.

-         Gestione dei differenti punti di vista e dei conflitti d’interesse dei partecipanti.

-         Gestione dei disequilibri e delle asimmetrie di potere nelle relazioni tra i partecipanti.

9

Mediazione familiare IV

32

4

-         Iniziative legislative e sperimentazioni pratiche della mediazione familiare.

-         Il processo di mediazione familiare.

-         Mediazione e percorso giudiziario: relazione con magistrati, avvocati, assistenti sociali ed ausiliari del giudice.

-         La mediazione nella separazione e nel divorzio.

-         La mediazione nei rapporti tra genitori e figli. Il ruolo del minore.

-         Strumenti di controllo e ordini di protezione.

-         La valutazione del percorso con i soggetti coinvolti.

-         Redazione degli accordi finali.

10

La filiazione

16

2

-         I principi costituzionali in materia di filiazione.

-         Filiazione legittima.

-         Filiazione naturale.

-         Azioni di stato.

-         Filiazione e responsabilità.

11

Filiazione tra diritto e bioetica

12

2

 

 

 

-         Bioetica e tecniche di fecondazione assistita.

-         La nuova disciplina della fecondazione artificiale.

-         Profili giuridici della maternità surrogata.

-         Interventi della Corte Costituzionale e orientamenti giurisprudenziali.

12

Adozione e
 affidamento

20

3

 

 

-         Affidamento familiare.

-         Provvedimenti ablativi della potestà.

-         Adozione.

-         Adozione internazionale

-         Adozione in casi particolari..

-         Dinamiche processuali nei provvedimenti di adozione e affidamento.

13

Tutela dei minori

16

2

-         I diritti dei minori tra ordinamento interno e normativa comunitaria ed internazionale.

-         Tutela della privacy e minore età.

-         Autodeterminazione e capacità di discernimento.

-         Il minore nella famiglia: rapporti tra genitori e figli.

-         Crisi educativa della famiglia. Le patologie del rapporto.

-         Il tutore.

14

Avvocato del minore e dinamiche processuali

16

3

-         Diritto all’ascolto e procedimenti nell’interesse del minore.

-         Capacità di discernimento e tecniche di comunicazione tra avvocato e minore.

-         Diritto di difesa, giustizia minorile e i canoni del giusto processo.

-         Il ruolo dell’avvocato ed esercizio dei diritti processuali del minore.

-         Progetti di riforma del sistema giudiziario minorile e tecniche di protezione.

15

Profili successori

12

2

-         I diritti successori nei rapporti di coniugio e convivenza.

-         Trust e rapporti familiari.

-         Crisi del matrimonio e profili successori.

-         Diritti successori nei rapporti di filiazione e adozione.

-         Profili di diritto internazionale privato.

16

Diritto penale delle relazioni familiari

12

2

-         Profili inerenti ai reati consumati in ambito familiare.

17

Inglese

12

2

-         Apprendimento tecniche di conversazione e traduzione.

18

Informatica giuridica

12

2

-         Utilizzazione delle banche dati giuridiche.

-         Consultazione siti internet a contenuto giuridico.

-         Consultazione programmi giuridici disponibili su software.

  TOTALE 320 46  

 

 

Organi del Master

 

Gli Organi del Master sono: il Direttore, il Coordinatore didattico, il Comitato Tecnico Scientifico ed il Segretario amministrativo.

Il Master si avvarrà di Tutors e di una segreteria didattica.

Requisiti di ammissione e modalità di iscrizione

 

Il corso è aperto a quanti siano in possesso di Diploma di Laurea, almeno quadriennale, in Scienze giuridico – economiche, politico – sociali, psico – pedagogiche. Saranno altresì valutati, ai fini di una eventuale graduatoria, ulteriori titoli e/o esperienze nel settore. E’ altresì prevista, anche per coloro i quali siano in possesso di laurea triennale nelle medesime discipline, la possibilità di frequentare singoli moduli, nel numero minimo di otto, conseguendo esclusivamente il relativo attestato.

Il numero minimo necessario per l’attivazione del Master è di 25 iscritti all'intero corso. Il numero massimo di iscritti all'intero corso è di 60.

Il Diploma universitario di Master di II livello in “Diritto di  famiglia e mediazione familiare. Dinamiche relazionali e tecniche di tutela”, verrà rilasciato esclusivamente a chi aderisce all’intero corso.

La domanda di partecipazione al Master (allegato A) o ai singoli moduli (allegato B), diretta al Magnifico Rettore dell’Università di Messina, dovrà essere presentata o pervenire (farà fede la data del timbro postale) entro il 31 ottobre 2005 a: Segreteria organizzativa Master “Diritto di famiglia e mediazione familiare. Dinamiche relazionali e tecniche di tutela” presso Dipartimento di diritto privato e teoria del diritto, via Pietro Castelli, 1, 98122 Messina, corredata dalla seguente documentazione:

1. certificato di laurea in carta semplice con indicazione dei voti riportati nell’esame di laurea e nei singoli esami di profitto;

2.   curriculum vitae, contenente indicazioni sui titoli ritenuti utili ai fini della valutazione (pubblicazioni scientifiche, esperienze professionali e formative pertinenti le tematiche del Master );

3.   due foto formato tessera;

4.   indirizzo e recapito telefonico, fax e/o e-mail.

La quota di iscrizione al Master è fissata in € 2.500,00 per quota di partecipazione e in € 375,00 per tassa di iscrizione e contributo generale all’Università di Messina, per un totale di € 2.875,00.

I frequentatori di singoli moduli dovranno versare la quota di € 200,00 per ciascun modulo.

Per l’ammissione al Master (intero corso) è necessario il superamento di una prova di selezione basata su di un colloquio sulle tematiche di base del Diritto di Famiglia.

I colloqui di ammissione avranno luogo presso il Dipartimento di diritto privato e teoria del diritto con una commissione composta dal Direttore e da due componenti il Comitato tecnico scientifico del Master secondo un calendario che verrà reso noto 15 giorni prima della data stabilita per la prova e che verrà affisso nella bacheca del Dipartimento e in quella dell’Ordine degli Avvocati di Messina e divulgato via internet sui siti www.unime.it/didattica/masters e www.iusme.it

Le risultanze della prova selettiva, unitamente al voto di laurea ed altri eventuali titoli attinenti le materie del Master, saranno valutate ai fini della redazione di una graduatoria stilata in base al punteggio complessivamente riportato.

La graduatoria degli ammessi verrà redatta calcolando il punteggio in centesimi tenendo conto di:

- risultato della prova dell’esame (fino a punti 50)

- votazione del diploma di laurea (fino a punti 20, di cui 5 per la lode accademica)

- altri titoli di studio e/o professionali (ad esempio seconda laurea, abilitazione professionale, attività professionali e/o servizi prestati presso la pubblica amministrazione o presso aziende o presso enti no profit) (fino a punti 20)

- titoli scientifici (pubblicazioni pertinenti) (fino a punti 10)

Ai candidati ammessi sarà data comunicazione scritta. Nella stessa comunicazione verranno specificate le modalità con le quali vanno effettuati i versamenti. Entro 10 giorni dalla comunicazione i corsisti dovranno provvedere al versamento di € 1.875,00. I rimanenti € 1.000,00 dovranno essere versati entro 90 giorni dall’inizio del Master, pena la decadenza dal corso.

In caso di rinuncia espressa o di mancata presentazione della documentazione nei termini, saranno ammessi al Master i candidati che seguono nella graduatoria, previa comunicazione. 

I costi di partecipazione al Master sono interamente finanziabili mediante un prestito concesso da una Banca convenzionata con rateizzazioni e tassi d’interesse favorevoli.

 

Frequenza

 

Gli iscritti avranno l’obbligo di frequentare le lezioni, le esercitazioni e gli stages, che si svolgeranno secondo un calendario progressivamente comunicato ai corsisti.

Il tetto massimo delle assenze consentite a ciascuno inscritto non potrà superare il 20% delle ore di attività in aula e di stage (600 ore). Il comitato tecnico scientifico si riserva di esaminare i casi di assenza superiori alla percentuale indicata.

Sono previste verifiche periodiche da espletarsi secondo le modalità indicate dal Direttore del Master e dal comitato tecnico scientifico e finalizzate ad accertare la progressiva maturazione nell’apprendimento degli argomenti trattati onde potere attribuire i relativi C.F.U..

L’attività di stage sarà svolta sotto la supervisione dei dirigenti delle strutture ospitanti o di loro delegati, onde potere attribuire  i relativi C.F.U..

 

Prova finale

 

Al termine del corso, i partecipanti al Master, in regola con gli adempimento formali e sostanziali, dovranno sostenere, di fronte ad una Commissione composta dal Comitato tecnico – scientifico e da docenti del master, una prova finale qualificante con discussione di un elaborato.

A coloro che supereranno la prova finale, verrà rilasciato il titolo di Master universitario di II livello in “Diritto di famiglia e mediazione familiare. Dinamiche relazionali e tecniche di tutela”, verranno attribuiti 60 C.F.U. e rilasciata una pergamena, firmata dal Rettore, dal Direttore Amministrativo dell’Università degli Studi di Messina e dal Direttore del Master.

A tutti coloro che avranno frequentato singoli moduli e che avranno superato positivamente le relative verifiche, verrà rilasciato un attestato di frequenza e profitto, a firma del Direttore.

 

Informazioni

Sede del Master

Dipartimento di Diritto privato e Teoria del diritto, via P. Castelli, n.1 - 98122 Messina.

 

Segreteria organizzativa

Presso la sede del Master. Tel.:0906766102 - 6766111 -  Fax: 090712922 - e-mail : master.dippri@unime.it

      Info line: 3296874645

 

Per quanto non espressamente previsto dal presente bando, si rinvia al "Regolamento per l'istituzione e il funzionamento dei corsi di Master" dell’Università degli Studi di Messina ( http://www.unime.it/ateneo/regolamenti/reg_master.htm

).

 

Allegati

 

A) Schema domanda di ammissione alla selezione per la partecipazione al Master universitario di II livello in “Diritto di famiglia e mediazione familiare. Dinamiche relazionali e tecniche di tutela”.

B) Schema domanda di partecipazione ai singoli Moduli.

 

Allegato A

 

 

            Al Magnifico Rettore dell’Università di Messina

Segreteria organizzativa Master Universitario di II° livello in

“Diritto di famiglia e mediazione familiare. Dinamiche relazionali e tecniche di tutela”

Dipartimento di diritto privato e teoria del diritto. Facoltà di Giurisprudenza.

Università degli Studi di Messina. Via Pietro Castelli, 1 – 98122  Messina

 

Il sottoscritto…………………….…..…………nato a ……………………..……………......……. (……) il ……………………..residente a …………............……..via ……………………………………n…….... 

cap …….….....  c.f. ……………..……...………………..……….…….

e-mail ………………….…………….......………………..…

recapito telefonico: abitaz. ……………........              cell...................................................................

recapito eletto (se diverso dalla residenza)…………………………………..……………………………… ……………………………………………………………………………………………………………………………………..……………….............

CHIEDE

di partecipare alla selezione per l’ammissione al Master universitario di II livello in “Diritto di famiglia e mediazione familiare. Dinamiche relazionali e tecniche di tutela” anno accademico 2005/2006.

A tal fine il sottoscritto, sotto la propria responsabilità, avvalendosi delle disposizioni di cui al D.P.R. 28/12/00 n° 445, consapevole delle responsabilità civili e penali per dichiarazioni non veritiere, nonché della decadenza dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato in base alle dichiarazioni non veritiere

DICHIARA

a.  che i dati sopra indicati sono veritieri;

b.  di possedere la laurea in ……………………………………………………………...………

conseguita in data ………………………… presso l’Università di …………………………..........……… con il voto di ………………........... e discutendo una tesi nella materia …………………………………......………………………………………………………….................. dal titolo …………………………………….……………………………………………………………… ………………………………………………………………………………............………………………………………………………………  ;

c.  di impegnarsi a frequentare il Master  e di assolvere agli oneri finanziari previsti (€ 2.875,00);

d.  di impegnarsi a comunicare tempestivamente i cambiamenti di residenza o recapito;

e.  di aver preso integrale visione del bando;

Allega alla presente

1.       certificato di laurea in carta semplice con indicazione dei voti riportati nell’esame di laurea e nei singoli esami di profitto;

2.       curriculum vitae, contenente l’indicazione dei titoli ritenuti utili ai fini della valutazione  (pubblicazioni scientifiche, esperienze professionali e formative pertinenti le tematiche del Master, ecc.), che vengono allegati;

3.       due  foto formato tessera.

Il sottoscritto esprime il proprio consenso affinché i dati personali forniti possano essere trattati, nel rispetto del d.lgs. 196/03, per gli adempimenti connessi alla presente procedura.

      

Luogo ………………………………………….

      

Data ………………………                         

 

 Firma ………………………………………….

 

 

 

 

 

Allegato B

 

 

            Al Magnifico Rettore dell’Università di Messina

Segreteria organizzativa Master Universitario di II° livello in

“Diritto di famiglia e mediazione familiare. Dinamiche relazionali e tecniche di tutela”

Dipartimento di diritto privato e teoria del diritto. Facoltà di Giurisprudenza.

Università degli Studi di Messina. Via Pietro Castelli, 1 – 98122  Messina

 

Il sottoscritto…………………………………………………nato a …………………..…………..(……) il ……………..…...residente a …………………………..via …………….…………………….n° ………  cap …………... c.f. ……………..……………………………….…….

e-mail …………………………….………………..…

recapito telefonico: abitaz. ……………........  cell...........................................................................

recapito eletto (se diverso dalla residenza)……………………………………………… ……………………………………………………………………………………………………………………………….…………………………………….

CHIEDE

di essere ammesso a frequentare almeno otto dei seguenti moduli del Master Universitario in “Diritto di famiglia e mediazione familiare. Dinamiche relazionali e tecniche di tutela” anno accademico 2005/2006:

 

        

 

Modulo

 

Ore frontali

CFU

           

1

Principi generali del diritto di famiglia

8

1

 

2

La famiglia fondata sul matrimonio

20

3

 

3

Patologia dell’atto e del rapporto

16

2

 

4

Effetti pers. e patr. della crisi coniugale

16

2

 

5

Convivenze di tipo familiare

12

2

 

6

Mediazione familiare I

28

4

 

7

Mediazione familiare II

28

4

 

8

Mediazione familiare III

32

4

 

9

Mediazione familiare IV

32

4

 

10

La filiazione

16

2

 

11

Filiazione tra diritto e bioetica

12

2

 

12

Adozione e affidamento

20

3

 

13

Tutela dei minori

16

2

 

14

Avvocato del minore e dinamiche process.

16

3

 

15

Profili successori

12

2

 

16

Diritto penale delle relazioni familiari

12

2

 

17

Inglese

12

2

 

18

Informatica giuridica

12

2

 

(barrare la prima casella, accanto ai moduli che si desidera frequentare, per un minimo di otto)

 

 

 

 

 

A tal fine il sottoscritto, sotto la propria responsabilità, avvalendosi delle disposizioni di cui al D.P.R. 28/12/00 n° 445, consapevole delle responsabilità civili e penali per dichiarazioni non veritiere, nonché della decadenza dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato in base alle dichiarazioni non veritiere

DICHIARA

a.  che i dati sopra indicati sono veritieri;

b.  di possedere la laurea in ……………………………………………conseguita in data ………………………… presso l’Università di …………………………… con il voto di ……………………………......... e discutendo una tesi nella materia …………………………………………...................................dal titolo………………………………. …………………………………….…………………………………………………………………………………………………………………….............................................;

c.  di impegnarsi a frequentare i moduli prescelti e di assolvere agli oneri finanziari previsti (€ 200,00 per ciascun modulo);

d.  di impegnarsi a comunicare tempestivamente i cambiamenti di residenza o recapito;

e.  di aver preso integrale visione del bando.

 

Il sottoscritto esprime il proprio consenso affinché i dati personali forniti possano essere trattati, nel rispetto del d.lgs. 196/03, per gli adempimenti connessi alla presente procedura.

 

Luogo ………………………………………….

 

Data ……………………                       

 

Firma…………..…………………………..