DIRITTO COMUNE

 Prof.ssa Lucia Sorrenti
Anno Accademico 2000-2001

 

 Cod. 30

·        Le ragioni di una scelta: riflessioni sulla crisi dei diritti nazionali; il concetto di decodificazione e il recupero dello studio del diritto comune.

·        Un’età senza giuristi. Il cammino del diritto nell’alto medio evo in Oriente e in Occidente: la compilazione giustinianea e le leggi barbariche. I nuovi fermenti del X e XI secolo sul filo della tradizione romana.

·        La rinascita del XII secolo e la ricomposizione del corpus iuris ad opera di Irnerio. Graziano e la legislazione della Chiesa: si è formato l’utrumque ius.

·        Gli iura propria in Italia e in Europa. I diversi livelli della legislazione particolare: consuetudine, norme, cittadine, leggi regie.

·        Lo studio del diritto in Europa; scuole giuridiche e articolazione degli studi: le forme della didattica.

·        Il sistema del diritto comune nelle elaborazioni della scienza giuridica basso-medievale: i protagonisti delle principali correnti dottrinali dei secoli XIII-XIV.

·        I grandi cambiamenti dei secoli XV e XVI: l’Umanesimo giuridico in Francia e in Italia: la Seconda Scolastica in Spagna; l’Usus modernus Pandectarum in Germania.

§    Il giusnaturalismo di Ugo Grozio.

§    Consolidazioni e codificazioni tra Settecento e Ottocento.

§    Dalla Scuola Storica alla Pandettistica.

§    Trionfo e crisi delle codificazioni nazionali.

  Testi consigliati

 M. Bellomo, L’Europa del diritto comune, Roma, Il Cigno Galileo Galilei, ult. ediz..

 N.B.: Si consiglieranno ulteriori testi specifici per attività seminariali di fine corso.