DIRITTO PENALE I

(II Cattedra M/Z)

Prof. Giancarlo de Vero

Anno Accademico 1999-2000

Programma

Definizione del diritto penale (in particolare: rapporti con l’illecito punitivo amministrativo) – Principi penali di rilievo giuridico-costituzionale; legalità, materialità, offensività, colpevolezza, finalismo rieducativo della pena – La norma penale: fonti, interpretazione, limiti di validità (in particolare: concorso e conflitto apparente di norme) – Nozioni di teoria generale del reato – Il reato doloso: struttura, forme di manifestazione e cause di esclusione – Il reato colposo: struttura, forme di manifestazione e cause di esclusione – La responsabilità oggettiva – Il reato circostanziato – Il concorso di reati – Il reo responsabile – Il reo pericoloso – Le pene – Le misure di sicurezza – Le sanzioni civili – Le cause di esclusione e di estinzione della punibilità.

Testo consigliato

- Fiandaca-Musco, Diritto Penale, Parte generale, III ed., Zanichelli, Bologna, 1995.

Agli studenti che per varie esigenze personali (lavoratori, fuori corso da diversi anni, ecc.) non possono dedicare allo studio della materia l’impegno richiesto dal manuale consigliato, è consentito utilizzare in alternativa:

- Antolisei, Manuale di Diritto Penale, Parte generale, XIV ed., Giuffrè, Milano, 1997.

Avvertenze

A) – Agli studenti interessati ad un approfondimento della materia si suggerisce lo studio di:

- Romano, Commentario sistematico del Codice Penale, 3 voll., Giuffrè, Milano, 1995, 1996 e 1994.

B) – Lo studio del Diritto Penale I, sebbene incentrato sulla parte generale del diritto penale, comporta necessariamente – pena l’incompleta o inadeguata comprensione della struttura del reato – un’attenta considerazione delle norme incriminatrici di volta in volta richiamate a titolo esemplificativo in rapporto ai vari istituti. In sede d’esame gli studenti sono dunque tenuti ad effettuare con precisione gli essenziali riferimenti alla parte speciale.