"Regolamento della prova finale del Corso di laurea in

Scienze Giuridiche"

 

l) La prova finale del corso di laurea (che comporta l'attribuzione di cinque crediti) consiste nella sintetica relazione scritta su un argomento relativo ad uno degli ambiti disciplinari seguiti dallo studente e dall'esposizione orale dello stesso, dinanzi alla Commissione di laurea. L'argomento può anche essere prescelto in funzione della futura prova finale del corso di laurea specialistica in Giurisprudenza.

 

2) La richiesta dell'argomento di tesi deve essere fatta mediante domanda redatta su apposito modulo (da ritirare presso la Segreteria della Presidenza). Dopo l'indicazione dell'argomento da parte del Professore relatore e la firma del Preside, tale richiesta verrà registrata dalla segreteria di Presidenza e restituita allo studente, il quale dovrà riconsegnarla in Segreteria studenti insieme alla tesi di laurea;
 

3) La tesi può essere chiesta dallo studente che abbia già sostenuto almeno cinque esami di insegnamenti fondamentali a non oltre quattro mesi dalla data prevista per l'esame di laurea;
 

4) Ai fini dell'attribuzione del voto di laurea, la Segreteria calcolerà il voto base, secondo i tradizionali criteri e determinerà, con un incremento del 5%, il voto ponderato. A questo voto, la Commissione di laurea, secondo l'esito dell'esame, potrà aggiungere, sentito il relatore, da zero a tre punti;
 

5) La lode potrà essere attribuita solo a quei candidati che avranno raggiunto un voto ponderato non inferiore a 108,50.