facoltà di
INGEGNERIA
salita Sperone 31 98166 S. Agata - Messina
web: http://ww2.unime.it/ingegneria
CORSO di LAUREA in
INGEGNERIA CIVILE

Presidente : Prof. Antonino D'Andrea


ARCHITETTURA TECNICA II

PROGRAMMA

DIARIO di ESAMI

ORARIO delle LEZIONI

PRENOTAZIONI ESAMI


PROGRAMMA di ARCHITETTURA TECNICA II

Corso di Laurea in: INGEGNERIA CIVILE
A. A. 2000-2001
Docente: Prof. Ornella Fiandaca

________________

PRESENTAZIONE DEL CORSO
Il principale obiettivo del corso è quello di affrontare le questioni connesse con l'esperienza del progettare. Si tratta di un modo di procedere impreciso, che incede per successive approssimazioni e che deve confrontarsi con innumerevoli problemi traendo scelte e soluzioni da un bagaglio culturale pazientemente costruito e costantemente rielaborato da chiunque intenda fare questo lavoro.
Conseguentemente, il compito che si proverà ad assolvere è il trasferimento di una “processualità” che consenta agli studenti di acquisire un complesso articolato di conoscenze, la capacità di apprendere, di costruire pazientemente una propria formazione, scegliendo tra le tante le informazioni che servono veramente, quelle congeniali alle proprie disponibilità culturali. Si dovrà imparare a trovare, selezionare, ricercare… ma anche escludere, rinunciare, dimenticare. Questo partendo dalla convinzione che se innumerevoli sono i condizionamenti e i vincoli che intervengono nella progettazione, di gran lunga superiori sono le soluzioni che la nostra capacità di progettisti, supportata dalla conoscenza, deve essere in grado di elaborare.
Argomento centrale e ricorrente del corso è allora il valore dell’intenzione progettuale, per supportare la quale si procederà ad un confronto costante con le molteplici variabili del progetto - normative, contestuali, produttive, tecnologiche, economiche, ecc. - conducendo un'analisi di questi fattori, tutti, anche se, per la peculiarità del corso, l’attenzione verrà centrata sugli aspetti tecnologici. Infatti se tale considerazione è vera in assoluto, lo è in maniera particolare per la progettazione tecnologica: se nel passato un tale approccio poteva essere riassorbito nell’ideazione complessiva dell’opera, oggi, con l’aumento e la modificazione incalzante dei materiali e dei procedimenti costruttivi, si sente l’esigenza di un approccio specifico capace di risolvere le difficoltà che provengono da tale complessità.


L’impegno programmatico che si vuole assumere è allora quello di guidare gli studenti nell’acquisizione di contenuti che consentiranno loro di condurre una progettazione tecnologica, pur sempre inquadrata in un contesto problematico assai ampio che come accennato comprende aspetti procedurali, ambientali, compositivi, ecc.
In tale percorso oltre che all'insegnamento tradizionale, che conduce, attraverso la stratificazione di nozioni elementari, alla formazione di conoscenze più complesse dalle quali eventualmente dedurre scelte e soluzioni, si farà ricorso ad un metodo alternativo che si avvale di un’ampia selezione di particolari e dettagli costruttivi complessi sui quali impostare analisi decostruttive che evidenziano le interazioni complesse fra i fattori che intervengono nella progettazione tecnologica di questi, le soluzioni adottate, i limiti o le distorsioni che emergono talvolta da un’impostazione che fa prevalere uno o solo alcuni dei fattori che intervengono, ma anche le emozioni, o la correttezza che emergono da un problema affrontato in modo brillante.
Un’attenzione particolare è posta quindi nel corredare ogni argomento trattato di una raccolta antologica per favorire lo sviluppo di capacità critiche ed il conseguimento di capacità selettive, e la formazione di quel bagaglio di conoscenze utili per affrontare con maggiore dimestichezza la progettazione tecnologica.

PROGRAMMA

Introduzione - I contenuti e gli obiettivi del corso

La responsabilità dell’architetto
Rapporto fra architettura e tecnologia

Il sistema edilizio

Il sistema ambientale
Il sistema tecnologico
Il sistema procedurale

Il sistema ambientale

La riqualificazione della città contemporanea
La scelta del sito: contesto, clima e risorse
Analisi tipologica e progettazione ambientale

Il sistema tecnologico

I caratteri costruttivi e il progetto: gli effetti dell’evoluzione tecnologica
I materiali: da polivalenti a specializzati La pietra: da litoide a ricomposta
Il laterizio: da biscotto a “porizzato”
L’acciaio e le leghe d’alluminio
Il legno: da massello a lamellare fibrorinforzato
Il vetro: da float a cromogenico
Polimeri e tecnopolimeri
I compositi
Tecniche costruttive Prefabbricazione vs industrializzazione vs prefabbricazione
Percorsi della tecnologia contemporanea
Dalla regola d’arte alla progettazione tecnologica
Gli elementi costruttivi: modello di funzionamento e alternativa tecnica Il progetto dell’elemento costruttivo - Problemi funzionali, geometrico-dimensionali, incompatibilità fra materiali..

Struttura portante in elevazione - Criteri di dimensionamento, modelli strutturali, luoghi di connessione e giunzioni.

Pareti perimetrali verticali - La frontiera e la trasmissione dei fronti d’energia, flessibilità prestazionale, facciate tradizionali, continue, ventilate, a controllo energetico, “intelligenti”, a doppia pelle, sistemi vetrati, ecc.

Infissi esterni- Componenti principali e accessori del serramento, taglio termico, giunti chiusi e aperti, materiali adottati, problemi di integrazione nell’organismo edilizio.

Chiusure orizzontali superiori e inferiori -Superiori: impermeabilizzazione, isolamento, ventilazione, elementi di comple-tamento, comportamento termo-igrometrico. Inferiori: criteri di difesa dall’acqua.

Strutture di collegamento verticale - Ascensori, scale, rampe.

Partizioni interne verticali e orizzontali - Flessibilità funzionale e tecnologica, sistemi tradizionali e innovativi, attrezzabilità, integrazione con altri elementi di fabbrica.

Certificazione di qualità e informazione tecnica: criteri di scelta (tecnici, industriali, economici)

Il sistema procedurale

Il processo edilizio
La normativa procedurale e tecnica
Normativa e strumenti di controllo della qualità del progetto, dell’esecuzione, dei prodotti.

SEMINARI
Colloqui con tecnici di alcune aziende locali, su scala nazionale o internazionale
Presentazione di progetti o realizzazioni di opere pubbliche condotte dai progettisti

ESERCITAZIONE
Deve essere condotta in gruppi di non più di due allievi
Si affronterà un tema di progettazione, presente nel dibattito culturale contemporaneo e sentito con un’accezione particolare nella realtà messinese: “la riqualificazione delle aree dismesse o sottoutilizzate all’interno di un contesto urbano storico”.
Aree baraccate residuali, periferie sfrangiate, comparti obsoleti occupati da funzioni degradanti, sono tutti frammenti di un disagio urbano che a Messina deve avviare un processo di ripensamento della città nella sua interezza, per dare risposte all’esigenza di attrezzature e servizi, per restituire dignità ad intere zone, per riequilibrare un insieme di funzioni che vede nel centro una concentrazione priva di alcuna struttura logica, insomma per concepire un nuovo sistema urbano rispondente alle esigenze che leggendo fra le righe del disagio sociale possono desumersi.
Con riferimento al tema interessato da dibattiti e iniziative culturali, si affronterà il problema della progettazione di un comparto, inteso come intervento pilota interno ad un contesto di più ampio respiro che vede coinvolta l’intera dorsale del lungomare messinese: un’area all’interno del sistema confinato fra la ferrovia e il mare, oltre …….
Dell’area prescelta verrà fornita la cartografia nonché alcuni passaggi del dibattito e delle iniziative che l’hanno interessata negli ultimi anni.
Gli studenti dovranno in una prima fase, affrontare il tema di progettazione sotto il profilo culturale, conducendo una ricerca che prende avvio dal confronto con quanto fatto altrove per lo stesso o analogo problema, analizzando il dibattito, le iniziative o i progetti che sono stati pensati per l’area prescelta, esaminando i condizionamenti che l’hanno coinvolta con un’apertura a tutti gli aspetti che intervengono nel tema - normativi, procedurali, contestuali, funzionali, compositivi, ecc.-
Sulla base dell’analisi svolta, indispensabile nell’attività professionale, ciascun gruppo di studenti è chiamato a confrontarsi con la realtà indagata per condurre un progetto area giungendo poi alla definizione esecutiva di una sola parte dell’intervento.
La destinazione d'uso prevista, dopo aver esaminato le esigenze espresse nel contesto individuato, è l’insediamento di un complesso residenziale universitario a supporto della vicina facoltà di veterinaria in fase di ridefinizione. La scelta potrà riguardare qualsiasi forma di aggregazione dei tipi in cui è possibile conformare la residenza universitaria: dalla casa dello studente ai mini alloggi. Potranno inoltre essere previste forme di residenza estiva aperta all’utenza universitaria nonché attrezzature a servizio del complesso residenziale insediato.
Dopo l’impostazione generale del progetto, l’attenzione dovrà essere rivolta alla progettazione tecnologica di alcuni nodi dell’organismo edilizio. Le scelte fatte dovranno essere motivate in virtù di un repertorio di alternative tecniche analizzate, anche con l’apporto di conoscenze ricercate in altri settori disciplinari, il supporto di professionalità differenti, la consulenza dei tecnici delle aziende, ecc.
Nel corso dell’anno saranno effettuate revisioni collettive durante le quali gli stessi studenti presenteranno il loro lavoro.

TESTI CONSIGLIATI

AA.VV. Manuale di progettazione edilizia 4° vol e 5° vol, Hoepli
E. Allen, I fondamenti del costruire, Mc Graw Hill
E. Mandolesi, Edilizia. voll 1, 2, 3, 4, UTET
E. Costanzo, A. De Vecchi, O. Fiandaca, Il sistema edilizio fra continuità e innovazione,

Altri testi su argomenti specifici verranno consigliati durante lo svolgimento del corso.


| Bacheca di Facoltà ||  WEB Mail || HOME Facoltà || HOME C.d.L. |