facoltà di
INGEGNERIA
salita Sperone 31 98166 S. Agata - Messina
web: http://ww2.unime.it/ingegneria
CORSO di LAUREA in
INGEGNERIA CIVILE

Presidente : Prof. Antonino D'Andrea


STORIA dell' ARCHITETTURA

PROGRAMMA

DIARIO di ESAMI

ORARIO delle LEZIONI

PRENOTAZIONI ESAMI


PROGRAMMA di STORIA dell' ARCHITETTURA

Corso di Laurea in: INGEGNERIA CIVILE
A. A. 2000-2001
Docente: Prof. Arch. Nicola ARICO'

cultore della materia Arch. Cinzia Cigni
________________

Storia dell’architettura contemporanea 1800-2000

Presentazione del Corso
L’esigenza di una aderenza perfettibile tra il corso di laurea in Ingegneria Civile -indirizzo Edile- e la conoscenza dei fenomeni attraverso cui si perviene alle soluzioni progettuali del post-modern, dell’High Tech, e del decostruttivismo, ha fatto maturare la necessità di concentrare il purtroppo isolato insegnamento della storia dell’architettura privilegiando l’età contemporanea.
Il corso propone la lettura critica dell’opera architettonica e del progetto urbanistico secondo un percorso che, pur transitando per gli ultimi due secoli, non intende seguire l’abituale tragitto che riunirebbe la rivoluzione industriale all’età contemporanea, passando dal movimento moderno.
Gli exempla derivati dall’Antico, il valore fondativo del testo di Vitruvio, il mito dell’architettura romana costituiscono, nell’architettura dell’Ottocento, autentici riferimenti d’archivio.
Nel momento in cui archeologia, filologia e antropologia (scienze storiche) oppure statica, meccanica e fisica dei materiali (scienze tecniche) assumono dignità di ricerca scientifica autonoma
rispetto alla grande antologia di saperi che è l’architettura, emergono categorie nuove intorno a cui liberare i precetti o i condizionamenti progettuali. Stile, funzione, tettonica, tecnica sono i cardini intorno a cui ripensare la teoria da cui originare il progetto di architettura nel secolo XIX.
Attraverso i più significativi fenomeni architettonici e urbani, prodotti in Europa e negli Stati Uniti d’America, si proverà a inoltrare la riflessione sulle coniugazioni spaziali sino alle ultime percezioni dei monumenti architettonici.

Programma

Si intende stabilire un ruolo attivo degli studenti che parteciperanno al corso attraverso discussioni collettive e indagini approfondite su un autore o periodo a richiesta (vedi Esercitazioni).
Gli argomenti trattati, con le ovvie modifiche che si renderanno necessarie per le esigenze del corso, saranno i seguenti:
-Archeologia e Architettura in Schinkel e Hittorf
-Il concetto di “Stile” in Semper
-L’invenzione del restauro
-Utopie urbane e nascita dell’urbanistica
-La scuola di Chicago
-La scuola di Otto Wagner e la lezione di Adolf Loos a Vienna
-Berlage e l’architettura moderna in Olanda
-Gaudì e il modernismo catalano
-F.L. Wright e gli allievi di Sullivan
-Il Futurismo: Sant’Elia e Boccioni
-Berens e il Werkbund
-Mondrian Rietveld Oud De Stijl
-Costruttivismo
-Le Corbusier
-Bauhaus: Gropius Mayer Mies van der Rohe
-“International style”
-I CIAM
-Giuseppe Terragni
-L’architettura italiana del secondo dopoguerra
-Carlo Scarpa
-Frank O Gehry
-Louis Kahn
-Renzo Piano
-La Parigi di Mitterand
-Berlino 2000

Durante le lezioni o i seminari del corso, che saranno tenuti anche da specialisti appositamente invitati, sarà necessario introdurre concetti o innestare chiarimenti per colmare o consolidare gli inevitabili riferimenti ad altra epoca contemplati dal contemporaneo. La raccolta di questi “lemmi” costituirà una dispensa a servizio degli studenti per sostenere l’esame.

Esercitazioni
Potrà essere scelta, a richiesta degli studenti, una delle due attività sotto riferite.

1) Approfondire un argomento del corso, mediante la lettura critica di un edificio.
2) Affrontare un’indagine locale su un centro storico minore, anche uno dei numerosi villaggi di Messina. Questo tema, oltre a condurre nello specifico locale, evidenzia l’approccio ai repertori della professionalità mediante la lettura critica del territorio e può anche preludere a buttare le basi per la successiva tesi di laurea.
Alle esercitazioni sarà riservato il venerdì di ogni settimana, secondo l’orario del corso, ma potrà anche essere fruito il lunedì dalle 9.00 alle 11.00 per revisioni.

Bibliografia per il Corso
Il testo di riferimento per sostenere gli esami è
G. Fanelli R.Gargiani, Storia dell’architettura contemporanea, Laterza, Roma-Bari, 2000 (terza edizione), £ 90.000.

Altri testi di riferimento per argomenti specifici:

S. Giedion, Spazio, tempo, architettura, Hoepli, Milano, 1954;
N. Pevsner, Storia dell’architettura europea, Laterza, Roma-Bari, 1966;
M. Tafuri F. Dal Co, Architettura contemporanea, Electa, Milano, 1976 (ediz. originale) e 1996;
Muntoni, Lineamenti di storia dell’architettura contemporanea, Laterza, Roma-Bari, 2000 (terza edizione);
H.R. Hitchcock, L’architettura dell’Ottocento e del Novecento, Comunità, Torino, 2000 (nuova edizione).

Bibliografia per le Esercitazioni
N. Aricò (a cura di), Centri storici minori o piccole città, “DRP” n° 3, 2000;
N. Aricò, Illimite Peloro. Interpretazioni del confine terracqueo, Mesogea, Messina, 1999.


| Bacheca di Facoltà ||  WEB Mail || HOME Facoltà || HOME C.d.L. |