facoltà di
INGEGNERIA
salita Sperone 31 98166 S. Agata - Messina
web: http://ww2.unime.it/ingegneria
CORSO di LAUREA in
INGEGNERIA CIVILE

Presidente : Prof. Antonino D'Andrea


STABILITA' dei PENDII

PROGRAMMA

DIARIO di ESAMI

ORARIO delle LEZIONI

PRENOTAZIONI ESAMI


PROGRAMMA di:STABILITA' dei PENDII

Corso di Laurea in: INGEGNERIA CIVILE
A. A. 2001-2002
Docente: Prof. Ing. Sebastiano Rampello

________________

1. RICHIAMI SULLA RESISTENZA DELLE TERRE E DEGLI AMMASSI ROCCIOSI
Relazioni tensioni-deformazioni e resistenza al taglio
Sviluppo delle superfici di scorrimento e resistenza residua nei depositi coesivi
Influenza delle discontinuità sulla resistenza al taglio dei depositi coesivi
Descrizione geotecnica e classifica degli ammassi rocciosi
Resistenza al taglio delle rocce, dei giunti e dell'ammasso
Scelta dei parametri di resistenza nelle analisi di stabilitÓ

2. INDAGINI GEOTECNICHE E MISURE IN SITO
Mezzi di indagine e programma delle indagini
Perforazioni di sondaggi e prelievo di campioni indisturbati
Prove in sito: prove penetrometriche statiche e dinamiche, prove scissometriche, prove con dilatometro Marchetti, prove di permeabilitÓ
Misure in sito: misure di pressione interstiziale e misure di spostamento

3. CLASSIFICAZIONE DELLE FRANE E RICONOSCIMENTO DEI CARATTERI
Descrizione dei caratteri e delle dimensioni di una frana
Sistemi di classificazione delle frane
Individuazione del campo di spostamenti e della superficie di scorrimento
Segni premonitori di un fenomeno di instabilitÓ

4. LE PRESSIONI INTERSTIZIALI NEI PENDII
Richiami sui moti di filtrazione in condizioni stazionarie: moti confinati e non confinati, filtrazione in mezzi anisotropi e al contatto tra due strati
Rappresentazione delle informazioni sulle pressioni interstiziali: superficie piezometrica, coefficiente di pressione interstiziale
Valutazione delle pressioni interstiziali in condizioni non drenate

5. METODI DI ANALISI DI STABILITÀ DEI PENDII
Analisi di stabilità: definizione del coefficiente di sicurezza
Scelta delle condizioni di analisi: versanti naturali, fronti di scavo, costruzioni in terra
Metodi dell'analisi limite: applicazioni ai casi del pendio indefinito e dei movimenti rotazionali
Metodi dell'equilibrio limite:
metodi globali: pendio indefinito, metodo del cerchio di attrito, scorrimento traslativo piano o tridimensionale di un singolo cuneo di roccia, scorrimento di più cunei o blocchi, ribaltamento del blocco singolo
metodi delle strisce: metodo di Fellenius, metodo di Bishop semplificato, metodo di Janbu, metodo di Spencer, metodo di Morgenstern & Price
Uso di soluzioni esistenti in forma grafica

6.ANALISI DI STABILITÀ DEI PENDII IN CONDIZIONI SISMICHE
Aspetti generali sui terremoti: scale di intensità e caratterizzazione del moto
Metodi pseudostatici e pseudostatici inversi
Analisi degli spostamenti con il modello di blocco rigido
Scelta dei parametri di resistenza

7. INTERVENTI DI STABILIZZAZIONE DEI PENDII
Tipologie di intervento per la stabilizzazione dei pendii
Riprofilatura del pendio: criterio della linea neutra
Dimensionamento di un intervento di drenaggio a gravità mediante trincee drenanti o dreni tubolari
Elementi di dimensionamento di interventi di stabilizzazione mediante strutture di sostegno, file di pali o ancoraggi
Criteri di scelta degli interventi di stabilizzazione

8. ESERCITAZIONI APPLICATIVE
Svolgimento in aula di problemi applicativi relativi agli argomenti trattati a lezione.
Introduzione delle tracce e assistenza agli studenti durante lo svolgimento degli esercizi



| Bacheca di FacoltÓ ||  WEB Mail || HOME Facoltà || HOME C.d.L. |