facoltà di
INGEGNERIA
salita Sperone 31 98166 S. Agata - Messina
web: http://ww2.unime.it/ingegneria


1. Denominazione del corso di studio: Ingegneria Elettronica
2.Classe di appartenenza: Ingegneria Elettronica n° 32/S

3.      Obiettivi formativi

Profilo culturale e professionale della figura in uscita:
Il laureato nel corso di laurea specialistica in Ingegneria Elettronica:
• conosce adeguatamente gli aspetti teorico-scientifici della matematica e delle altre scienze di base ed è capace di utilizzare tale conoscenza per interpretare e descrivere i problemi dell’ingegneria complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
• conosce adeguatamente gli aspetti teorico-scientifici dell’ingegneria, sia in generale sia in modo approfondito relativamente a quelli dell’ingegneria elettronica, nella quale è capace di identificare, formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare

Insieme di conoscenze e abilità che caratterizzano il profilo
• è capace di ideare, pianificare, progettare e gestire sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi, con particolare riferimento ai sistemi elettronici integrati per applicazioni analogiche e digitali, agli apparti elettronici di potenza e per le telecomunicazioni, alle tecnologie per la microelettronica;
• è capace di progettare e gestire esperimenti di elevata complessità;
• è dotato di conoscenze di contesto e di capacità trasversali adeguatamente potenziate rispetto a quelle acquisite nel corso di laurea di provenienza.

Possibili sbocchi occupazionali
Gli ambiti professionali tipici per i laureati specialisti in ingegneria elettronica sono quelli della ricerca di base e applicata, dell’innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi. Obiettivo non secondario è quello di fornire una formazione finalizzata alla prosecuzione nel dottorato di ricerca. A titolo di esempio, i laureati specialisti in ingegneria elettronica potranno trovare occupazione presso: imprese di progettazione e produzione di componenti, apparati e sistemi elettronici ed optoelettronici; industrie manifatturiere, settori delle amministrazioni pubbliche e imprese di servizi, che applicano tecnologie e infrastrutture elettroniche per il trattamento, la trasmissione e l’impiego di segnali in ambito civile, industriale e dell’informazione.

I curricula prevedono attività di laboratorio dedicate all’approfondimento delle metodiche sperimentali, di misura e di elaborazione dei dati, con particolare attenzione alle tecnologie impiegate nell’ambito dell’ elettronica e della microelettronica. Sono previste attività seminariali e tutoriali, nonché attività esterne come tirocini formativi presso aziende e laboratori, e soggiorni di studio presso altre università italiane ed europee, anche nel quadro di accordi internazionali.


La frazione dell'impegno orario complessivo riservato allo studio o alle altre attività formative di tipo individuale in funzione degli obiettivi specifici della formazione avanzata e dello svolgimento di attività formative ad elevato contenuto sperimentale o pratico è pari almeno al 50 per cento dell'impegno orario complessivo, con possibilità di percentuali minori per singole attività formative ad elevato contenuto sperimentale o pratico.

Caratteristiche della prova finale
Il corso di laurea specialistica culmina in una importante attività di progettazione, che si conclude con la discussione di un elaborato (tesi di laurea specialistica), redatto in modo originale dallo studente sotto la guida di un docente relatore.
La tesi è volta a dimostrare la padronanza degli argomenti trattati, la capacità di operare in modo autonomo e un buon livello di capacità di comunicazione.

|Bacheca di FacoltÓ  ||  WEB Mail || HOME facoltà