ANNO ACCADEMICO 2002-2003

 

C.L. LINGUE E LETTERATURE STRANIERE 

Lingua  russa   

(Dott.ssa Aleksandra Parysiewicz)

 

 

Programma  per  gli studenti del n.o.  e  per  i principianti  del  v.o.: 

 

Prima  annualità 

 

  Argomenti  del  corso: 

1.      Cenni sulla storia della lingua russa;

2.      Nozioni di storia, geografia e civiltà letteraria russa. 

3.      Principali aspetti fonologici, lessicali e morfosintattici della lingua.

4.      Peculiarità e problematiche della lingua russa.

 

Indicazioni  bibliografiche:              

 -  B. Uspenskij,  Storia  della  lingua  letteraria  russa. Dall’antica  Rus’ a Puškin,  a  cura

 di N. Marcialis, Il Mulino, Bologna 1993.

- M. Colucci, R. Picchio, Storia della civiltà letteraria russa,UTET, Torino 1997.

              

Indicazioni  bibliografiche  per  le  esercitazioni  linguistiche:         

- Ju.G.Ovsienko, Il russo, ed. Russkij jazyk - Punto, Moskva 2002.

- M. Pul’kina, Breve prontuario della grammatica russa, ed. Lingua russa, Mosca 1981.

- S. Chavronina, A. Širošcenskaja, Il russo. Esercizi, ed. Lingua russa, Mosca 1996. 

 

  Modalità d’esame:

1)      Per gli studenti del nuovo ordinamento (lingua A e B) l'esame è composto da due prove distinte

A)     Prova scritta consistente in una prova d'ascolto guidata, breve dettato, svolgimento di test di tipo grammaticale e prove di traduzione dal e in russo;

B)     Prova orale consistente nella lettura, nella traduzione e nel commento grammaticale dei testi letti durante l’anno accademico; conoscenza del programma svolto e capacità di comprensione ed espressione in russo.       

2)     Per gli studenti del nuovo orientamento (lingua C) e gli studenti principianti del vecchio orientamento è prevista la prova orale preceduta da un breve dettato, l'esito del quale influisce sul voto, ma non preclude il proseguimento dell'esame orale. Per la prova orale si richiede: lettura, traduzione estemporanea dal russo e analisi grammaticale dei testi letti durante l’anno; inoltre viene giudicata la capacità di compressione ed espressione in russo.

 

    Seconda  annualità

1)      Parte istituzionale:

1.1   Elementi di linguistica russa;

1.2   Struttura e tipologia della lingua.

Indicazioni  bibliografiche            :          

    - F. Fici Giusti, L. Gebert, S. Signorini,  La  lingua  russa. Storia, struttura, tipologia,  NIS,  

      Roma  1991.  

 - R. Jakobson, L'aspetto fonematico e l'aspetto grammaticale del linguaggio nelle loro relazioni

    reciproche in Saggi di linguistica generale,  Feltrinelli, Milano 1992, pp. 135-148

           

2)  Parte  metodologica: 

2.1    Analisi delle strutture grammaticali, approfondimento della morfosintassi.

2.2    Approfondimento dell'aspetto verbale, delle espansioni verbali e dei verbi di moto;

2.3    Preparazione alla prova di traduzione.

Indicazioni  bibliografiche            :

   - L. Muravjova, I verbi di moto in russo, ed. Lingua russa, Mosca 1976.

   - E. Sottofattori, I prefissi dei verbi russi. Natura - significato - uso, Egida, Vicenza 1991.

   - E. Vasilenko, A. Egorova, E. Lamm, Gli aspetti del verbo russo, ed. Lingua russa, Mosca 1985.

-Ju. Dobrovolskaja,  L’ABC  della  traduzione, Cafoscarina, Venezia 1994.

 

3) Esercitazioni linguistiche:

   Indicazioni  bibliografiche:

- Ju.G.Ovsienko, Il russo, ed. Russkij jazyk - Punto, Moskva 2002 (seconda parte).

- M.N.Anikina, Lestnica, ed. Russkij jazyk, Moskva 2001.

   - I. Pul’kina, E. Zacharova-Nekrasova,  Il russo. Grammatica pratica con esercizi, ed.

 Lingua russa, Mosca 1989.       

   - Sbornik upraznenij po grammatike, Zlatoust, S.Peterburg, 2002.

 

4) Modalità d’esame:

1)      Per gli studenti del nuovo ordinamento (lingua A e B) l'esame è composto da due prove distinte

A)     Prova scritta consistente in una prova d'ascolto guidata, breve dettato, svolgimento di test di tipo grammaticale e prove di traduzione dal e in russo; breve riassunto di un brano in lingua russa;

B)   Prova orale consistente nella lettura e riassunto del testo letto e seguente analisi grammaticale; inoltre è richiesta la conoscenza del programma svolto (punto 1 e 2) e la capacità di comprensione ed espressione in russo.       

2)  Per gli studenti principianti del vecchio orientamento è prevista la prova orale preceduta da un breve componimento in lingua russa, l'esito del quale influisce sul voto, ma non preclude il proseguimento dell'esame orale. Per la prova orale si richiede: lettura, riassunto orale in lingua del testo letto e la seguente analisi grammaticale di uno dei testi proposti per lo studio della lingua durante l’anno accademico. Inoltre, viene giudicata la capacità di compressione ed espressione in russo.

Programma  per  i  quadriennalisti  e triennalisti  del  vecchio ordinamento: 

 

Prima  annualità 

 

Argomenti  del  corso: 

1)      Approfondimento delle strutture sintattiche più complesse

2)      L'analisi sintattica e strutturale di alcuni testi in prosa.

3)      Canti popolari russi: lirica popolare e canti storici.                    

Indicazioni  bibliografiche:

- M.N.Anikina, Sintaksis sloznopodcinennogo predlozenija,. Russkij jazyk, Moskva 2000.

- G.Vorob'eva, M.Panjusev, Sovremennyj russkij jazyk: Sintaksis, ed. Russkij jazyk, Moskva 1983.

- F.S. Perillo, La lingua russa all'università. Fonetica, morfologia e sintassi, Cacucci Editore, Bari 2000.

- F. Fici Giusti, L. Gebert, S. Signorini,  La  lingua  russa. Storia, struttura, tipologia,  NIS,  

      Roma  1991.              

- E. Bolchakova Bulgarelli,  Russo. Corso  avanzato  sul  lessico: le  particelle

 espressive, UPSEL, Torino 1992.  

- L. A. Deribas, K.I. Mišina, Tipi predlozenij v russkom jazyke, Vysšaja škola, Moskva 1986.                           

- V.Ja. Propp,  I canti popolari russi,  a cura di G.Venturi, Einaudi, Torino 1966.

- Giganti, incantori e draghi. Byline dell’antica Rus’, a cura di E.T. Saronne e K.F. Danil’cenko, Luni Editrice, Milano 1997.

-  Le byline, canti popolari russi, a cura di B.Meriggi, Accademia, Milano 1974.

-  Russkie narodnye pesni. Ah, eti cernye glaza, Rusic, Smolensk 2002.

- AA.VV., Canzoni poetiche popolari, Leningrado 1955.

 

Programma d’esame: 

     L'esame si svolgerà in un'unica seduta e consisterà in:

A)    una prova scritta propedeutica di analisi strutturale di un testo di prosa;

B)     una prova orale nella quale lo studente dovrà dimostrare:

a) di possedere una buona conoscenza teorica della lingua (in particolare della sintassi);

      b) di saper tradurre estemporaneamente;

c) di avere acquisito una buona competenza della lingua parlata;

d) di avere raggiunto una soddisfacente preparazione generale sul punto 3.

 

 

Seconda  annualità 

 

  Argomenti  del  corso: 

1.  Differenziazione stilistica dei mezzi linguistici a vari livelli: fonetica, formazione delle parole, morfologia, lessico e fraseologia, sintassi.              

 

   2. Fondamenti della metrica russa. Problemi specifici del linguaggio poetico.

3.  Il folclore russo: tratti distintivi, lingua e testi.

 

Indicazioni  bibliografiche:

 - O.N. Grigor'eva, Stilistica  russkogo jazyka, NVI-Tezaurus, Moskva 2000.

 - T.S. Dronjaeva, N.I. Klusina, Stilistica sovremennogo russkogo jazyka, Flinta-Nauka, Moskva 2002.

 - S. Garzonio, La metrica russa in M. Colucci, R. Picchio,  Storia  della  civiltà  letteraria

     russa, UTET, Torino 1997, vol. II, pp. 617 - 635.

 - R. Jakobson, Poetica e poesia, Torino 1985.

 - G.O. Vinokur, Il concetto di lingua poetica, traduzione e Nota a cura di D.Ferrari-Bravo,

      in «Strumenti critici», 44 (1981).  

 - Ju. N. Tynjanov, Il problema del linguaggio poetico, Milano 1968.

 - G.A. Levinton, La prosa folclorica in M. Colucci, R. Picchio, Storia della civiltà letteraria

     russa, UTET, Torino 1997, vol. II, pp. 507 - 518.

 - M. Pljuchanova, La poesia folclorica in M. Colucci, R. Picchio, Storia della civiltà lette-      

 raria russa, UTET, Torino 1997, vol. II, pp. 519 - 528.

- I. Sokolova, Avtorskaja pesnja: ot fol'klora k poezii, Moskva 2002.

 

   Programma d’esame: 

     L'esame si svolgerà in un'unica seduta e consisterà in:

A)    una prova scritta propedeutica di analisi stilistica di un testo;

B)     una prova orale nella quale lo studente dovrà dimostrare:

a) di saper tradurre estemporaneamente;

b) di avere acquisito una buona competenza della lingua parlata (analisi del testo poetico);

c) di avere raggiunto una soddisfacente preparazione generale sui punti 1, 2 e 3.